Spazio

Quanto spazio si può condividere in 1.000 metri quadrati?

Siamo all’interno dei Cantieri Culturali alla Zisa, un complesso di archeologia industriale che dal 1890 al 1968 ospitò il mobilificio Ducrot, fiore all’occhiello dell’imprenditoria siciliana. 55.000 mq di capannoni accanto il “castello” della Zisa, uno dei siti più importanti dell’itinerario Unesco arabo-normanno.

La storia della rigenerazione urbana delle ex officine Ducrot ha segnato la storia urbanistica della Palermo contemporanea alternando grandi visioni, momenti di stallo, movimenti di riappropriazione dal basso e interventi pubblici e privati.
E’ un pezzo di storia culturale della città e una visione di futuro da costruire a partire dalle realtà che oggi abitano i Cantieri.

I padiglioni 10 e 11, inzialmente falegnameria e mensa dei Ducrot, durante la prima stagione di riapertura degli spazi presero il nome di Spazio Bausch in onore alla grande perfomer del Tanztheatre che qui creò nel 1989 le coreografie del suo “Palermo Palermo”.

Oggi gli spazi sono in trasformazione su progetto dell’architetto Francesca Italiano: 1000 mq interamente ristrutturati e divisi in tre ambienti attrezzati per le diverse attività Cre.Zi. Plus - spazi di lavoro, uffici, coworking, laboratori di creazione, caffetteria, cucina, cineporto e spazi per conferenze e attività culturali - .

Un cantiere contemporaneo di produzione culturale dove incubazione e fruizione coesistono. Un luogo accogliente di formazione, condivisione, cultura, impresa, lavoro e tempo libero aperto alla comunità e accessibile non solo in senso fisico ma anche simbolico.
Un luogo dove la creatività non è talento raro da startupper ma intelligenza alla portata di tutti, non da ostentare ma da condividere.

Cre.zi Plus è un progetto di tanti