News

03

maggio

BJM - Mario Bajardi - Vedere La Musica

evento

Venerdì 3 maggio 2019 alle ore 21,30 per Musiche Senza Confini #2, B.J.M. MARIO BAJARDI in Vedere la Musica
musiche elettroniche ed elettroacustiche:
Mario Bajardi, violino elettrico, laptop, Roli synth
Ambra Maniscalco, danza

Musiche senza Confini è una rassegna di "musiche altre", ideata e diretta da Mario Crispie prodotta da Associazione Culturale Formedonda in collaborazione con CRE.ZI. PLUS e Cantiere Cucina.
Una serie di viaggi dentro musiche di varia provenienza aventi caratteristiche a volte simili a volte differenti ma legate da un filo rosso chiamato "ibridazione", ovvero la capacità di ciascun progetto di rappresentare l'attraversamento continuo di confini senza preoccuparsi di autodefinirsi e di circoscrivere per forza un territorio musicale.

NOTE BIOGRAFICHE

Mario Bajardi - BjM Mario Bajardi
Il percorso formativo di Mario Bajardi lo porta a diplomarsi in violino presso il Conservatorio di Caltanissetta, per poi dedicarsi agli studi di musica elettronica fra Catania e Palermo. Qui cura il relativo laboratorio del Conservatorio “V. Bellini”; in seguito l’attività di docente lo vede impegnato anche con il Centro Sperimentale del Cinema, il Liceo Musicale Regina Margherita, l’Università degli Studi e l’Accademia di Belle Arti. Nel 2001 è finalista dell’International Competition of Electronic Music Pierre Shaeffer. Unico vincitore italiano con “BJM Violin Studio 7” all’ICMC 2002 di Goteborg, con “BJM Piano Studio” si aggiudica invece il concorso Luigi Russolo 2004 e il CEMAT 2005. Nel 2006 è scelto per il disco “Electroacoustic Music from Sicily” prodotto dalla EMF di New York, mentre nel biennio successivo crea la comunità di artisti “Insemina” e l’omonimo programma tv. Le sue note fanno da sfondo a numerosi eventi nel corso degli anni, tra i quali il festival internazionale Musica d’Alta Quota, il Palermo Film Festival e il Festino di Santa Rosalia. A questi si aggiungono il primo videomapping in Sicilia e alcune installazioni realizzate per l’Accademia. La sua particolare inclinazione per colonne sonore, documentari e produzioni multimediali fa nascere collaborazioni proficue con tanti registi fra cui Roberta Torre, Salvo Cuccia, Giuseppe Carleo, Giuseppe Gigliorosso, Sergio Cannella, Sigfrido Giammona, Ruben Monterosso e Federico Savonitto, Alessandro Ferrara, Moscò, RosaMundi, insieme a qualche esperienza oltreoceano tra New York (“An Internet World”, Carlo Fiorletta/ Mara Lesemann) e Los Angeles (“Sweetheart”, M.A. Pate, assistente di Quentin Tarantino). Nel 2016 scrive musiche inedite per “Sgalambro” di Mario Bellone e Marcello Faletra e “Vedozero” di Andrea Caccia. Le sue musiche sono state presentate alla Biennale di Venezia 2017 grazie alla collaborazione con WISH/BIAS e Rosamundi nel padiglione Iraniano. Nello stesso anno pubblica il suo ultimo lavoro CD "SCHENGEN" che sarà rappresentato con una performance live ed una mostra permanente all'interno del Museo Riso di Palermo. Nell'Aprile del 2018 apre la BIENNALE DI ARTE "BIAS", in anteprima nazionale, con la sua composizione OFFICIUM tratto da Schengen per Orchestra, Elettronica, Coro e danza eseguite alla Cattedrale di Palermo e al Teatro Massimo di Palermo. Nel Luglio 2018 il suo progetto INSIDEOUT e le sue musiche tratte da Schengen album vengono eseguito al Teatro Massimo di Palermo.
Di recente riprendono al teatro Massimo le repliche dello spettacolo INSIDEOUT con su musiche inedite.
I suoi tre lavori discografici precedenti, “ BJM Archives” (2012), “BJM Glass Orchestra” (2013) e “Inverse Ep” (2014), "SCHENGEN" (2017) sono tutti editi da Iter-Research, label ONDE.
Collaborazioni principali con: Giovanni Sollima, Giovanna Velardi, Rosamundi, Lucina Lanzara la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana (nel 2011 cura il sound design per i “Carmina Burana” di Carl Orff e la “Tosca” di Puccini), l’Orchestra Instabile Disaccordo, l’Orchestra Giovanile Mediterranea diretta da Alberto Maniaci, e i Pivirama di Raffaella Daino, Sergio Pausig, Mario Bellone, Marcello Faletra, Oscar Kogoj, Francesco Gallo, Paola Cassarà, Daniela Megna, Gianluca Scuderi, Francesco Vinci, Isobel Blank, Salvo Cuccia, Sergio Cannella, Diego Agullo, Sigmona Sigfrido, Manlio Noto, Yaya Visconti, Juan Perno, M.A. Pate, Giuseppe Vasapolli, Manlio Noto, Philippe Berson, Roberta Torre, Carlo Cecchi, Rosamundi, Bias, Wish, Biennale di Venezia.

www.mariobajardi.com
bjm.mariobajardi@gmail.com

Ambra Maniscalco
Ambra maniscalco é una danzatrice ed attrice.
All’età di dodici anni, dopo una prima formazione in danza classica intraprende lo studio della danza contemporanea con Pucci Romeo al Centro Teatro Danza di Palermo.
Si laurea all’Accademia di Belle Arti di Palermo nel 2007. Durante il percorso accademico crea dei lavori che mettono in relazione la danza con le arti visive. Nello stesso anno a Bilbao partecipa con Impedimento (performance con video istallazione sonora) al festival Umore Azoka e si esibisce alla Fundicion Bilbao con la sua pièce di danza Piano.
Si trasferisce nel 2008 a Buenos Aires dove consegue la specializzazione in Tendenze della Danza Contemporanea alla U.N.A, Universidad de las Artes di Buenos Aires.
Durante il soggiorno a Buenos Aires studia danza contemporanea e teatro con gli insegnanti di maggior rilievo in Argentina tra i quali Luis Garay, Eugenia Esteves e Federico Leòn.
Frequenta stage con artisti europei come la performer spagnola La Ribot e la coreografa francese Regine Chopinot.
Partecipa come danzatrice e coreografa a spettacoli di danza contemporanea alla sala Alberdi del teatro San Martin, al Centro Cultural Paco Urondo, Teatro Maipù e all’Usina Del Arte.
Nel 2016 partecipa come attrice protagonista al film Oculto El Sol di Fabricio D’Alessandro.
Frequenta il corso triennale in tango e folklore alla U.N.A. e nel 2017 é invitata in qualità di danzatrice di tango insieme a Kane Nieves alla trasmissione Gotan Tropic del canale Urbana T.V.
Nello stesso anno é attrice in Imagenes de la Argentina Liminal di Felipe Hirshfeldt.
Nel 2018 torna a Palermo dove lavora con Mimmo Cuticchio e Virgilio Sieni al laboratorio trimestrale che porterà alla creazione di Vangelo#2. Nel dicembre 2018 fa parte dello spettacolo Saturnalia di Ugo Giacomazzi e Luigi Di Gangi.
Nell’estate 2018 è in scena al festival Orestiadi di Gibellina con Notturno Macbeth di Umberto Cantone.
Nello stessa stagione presenta a Palermo delle performance di tango con l’attore e danzatore argentino Pablo Tamburini.
Attualmente lavora al Teatro Massimo nell’opera lirica Idomeneo del regista Pier Luigi Pizzi.

INFORMAZIONI
Ingresso con consumazione

Tags:

  • live
  • music

Cre.zi Plus è un progetto di tanti